Cronaca

Coronavirus, Dario: "Il contagio in Umbria è contenuto. Tanti in isolamento? Vuol dire che i controlli funzionano"

Dopo il bollettino medico aggiornato al 7 marzo, l'analisi con tanto di risposte alle domande dei cittadini, in queste ore, sull'emergenza coronavirus

Claudio Dario

“Al momento il contagio in Umbria è contenuto": lo ha affermato il direttore regionale alla sanità, Claudio Dario, che ha commentato così il bollettino medico diramato stamani con i numeri aggiornati sui contagi (24) e il personale in isolamento volontario o imposto dalle istituzioni (oltre 300). Non ci sono decessi in Umbria: soltanto due le persone ricoverate in condizioni considerate gravi. Molti i cittadini preoccupati però per le centinaia di persone in quarantena che potrebbero essere stati contagiati.

Ma anche in questo caso il direttore regionale Claudio Dario tranquillizza spiegando: "Il numero delle persone in isolamento non deve destare preoccupazione ai cittadini, ma al contrario, dimostra che la rete dei controlli che ha attivato la Task Force regionale sta funzionando e che siamo riusciti a contattare e monitorare le persone entrate in contatto con i soggetti positivi al virus”.

Coronavirus, bollettino medico in Umbria del 7 marzo: aumentano i casi, 24 persone positive

Dario ha ribadito ai cittadini che “l’isolamento fiduciario di soggetti sani presumibilmente venuti a contatto con soggetti infettati, è una misura volta a prevenire la diffusione di una malattia infettiva nella comunità. In questo periodo di isolamento fiduciario – spiega - gli operatori del Servizio di Igiene o Sanità Pubblica contattano quotidianamente la persona sorvegliata, per avere notizie sulle sue condizioni cliniche di salute. Il soggetto è informato di provvedere all’autocontrollo domiciliare della temperatura corporea due volte al giorno e di controllare l’eventuale comparsa di sintomi, anche lievi. In caso di comparsa di febbre o sintomi lievi il paziente deve contattare telefonicamente il medico curante e per sintomatologia più severa il 118, in entrambi i casi comunicando la sua situazione di isolamento domiciliare fiduciario”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Dario: "Il contagio in Umbria è contenuto. Tanti in isolamento? Vuol dire che i controlli funzionano"

PerugiaToday è in caricamento