Cronaca

Umbria, tira fuori la pistola per mostrarla in un negozio ma tra i clienti c'era un poliziotto: bravata che gli costerà cara

L'intervento immediato degli agenti della Volante che hanno portato l'uomo in Questura

Denunciato e sequestro in via cautelativa tutte le armi anche se detenute regolarmente. Tutto questo a carico di un umbro di 64 anni che in un negozio ha tirato fuori una pistola (vera), con tanto di caricatore pieno, mostrandola ad altri avventori e ribadendo che l'arma andava dove andava lui. Peccato però che nel locale c’era anche un agente della Polizia di Stato, libero dal servizio, che non ha esitato a richiedere l’intervento dei colleghi della Squadra Volante ben conoscendo le regole sul possesso di armi per i civili.  

Immediato l’arrivo della pattuglia, che ha subito messo in sicurezza l’arma ed ha accompagnato l’uomo in questura. Il 64enne è stato denunciato per porto abusivo d’arma: il titolo in suo possesso infatti, gli consentiva di portare la pistola solo durante il tragitto per recarsi al tiro a segno o al poligono e per tornare a casa e per questo gli è stato sospeso, con l’avvio di un procedimento per la verifica della sussistenza dei requisiti. Nella sua abitazione, sono state trovate, regolarmente denunciate, 6 pistole semiautomatiche e 200 cartucce, che sono state ritirate in via cautelativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, tira fuori la pistola per mostrarla in un negozio ma tra i clienti c'era un poliziotto: bravata che gli costerà cara

PerugiaToday è in caricamento