Cronaca

La Relazione | Rifiuti in Umbria: la differenziata cresce, produzione in calo... tutti i dati

Ma quali sono i numeri dei rifiuti in Umbria? La regione ha stilato una relazione estremamente puntuale sulla base della certificazione 2019

L'iter per aggiornare il piano regionale dei rifiuti 2021-2030 è ufficialmente partito grazie alla volontà del vice-presidente della Giunta regionale, Roberto Morroni, che ha anche nominato il comitato scientifico ed ha delineato i nodi da sciogliere per un modello umbro da esportare a livello internazionale. Ma quali sono i numeri dei rifiuti in Umbria? La regione ha stilato una relazione estremamente puntuale sulla base della certificazione 2019.

La produzione regionale dei rifiuti relativa al 2019 è risultata pari a 454.479 tonnellate, con una riduzione rispetto al 2018 di 6.043 tonnellate, pari al 1,31. Rispetto al 2010 la produzione complessiva regionale ha subito una rilevante diminuzione (-95.000 tonnellate circa) pari al 17,5%. La lieve riduzione della produzione dei rifiuti si riverbera anche sulla produzione pro-capite, in maniera evidente alla luce della riduzione della popolazione: si passa difatti dai 521 kg/ab del 2018 a
514 kg/ab del 2019.

Per quanto riguarda la raccolta differenziata, anche nel 2019 si è assistito ad un incremento del dato regionale che si è assestato su 66,1%, con un incremento rispetto al 2018 superiore a 2,5 punti percentuali (+ 2,7%). Il valore raggiunto di percentuale di raccolta differenziata, pari a 66,1%, è superiore al dato medio nazionale e rispetta per la prima volta il target nazionale, ma ancora non è conforme all’obiettivo fissato con il decreto regionale che lo ha stabilito a quota 72,3%.

Relativamente al sistema regionale di trattamento, si può affermare che lo stesso sia sufficiente a soddisfare il fabbisogno regionale nel medio-lungo periodo relativamente alla quota preponderante dei rifiuti organici e parzialmente per la frazione organica del rifiuto urbano residuo - forsu (che pesano per il 45% circa).

Infine, relativamente al sistema regionale di smaltimento, nell’anno 2019 sono state conferite in discarica complessivamente 201.112 tonnellate di rifiuti, con un incremento di circa 5.000 tonnellate, pari al 2%, rispetto all’annualità 2018, di cui 12.590 tonnellate di rifiuti speciali e fanghi da depurazione, con una riduzione del 27% rispetto al 2018 e 188.522 tonnellate di rifiuti di provenienza urbana, con un incremento di circa 10.000 tonnellate rispetto al 2018.

Il quantitativo di rifiuti urbani a smaltimento (188.522 tonnellate) risulta pari al 41% del totale dei rifiuti urbani prodotti (454.479 tonnellate) ma la quota di rifiuti urbani di origine umbra conferita è assumibile in 150.500 tonnellate, e quindi si può stimare che la percentuale di rifiuti umbri che è stata conferita in discarica rispetto alla produzione è pari al 33%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Relazione | Rifiuti in Umbria: la differenziata cresce, produzione in calo... tutti i dati

PerugiaToday è in caricamento