Controlli anti-contagio, la quarantena incomincia a pesare: oltre 80 multe, bene gli esercizi commerciali

Crescono le segnalazioni dei cittadini che parlano di movimenti non autorizzati, visite in altre abitazioni, pranzi e cene con ospiti. Il bilancio della Prefettura

La quarantena diventa sempre più dura per tutti. Il tempo passa e le difficoltà nel restare in casa - seppur fondamentale ancora per arginare il contagio - aumentano. Complici, le belle giornate. Crescono le segnalazioni dei cittadini che parlano di movimenti non autorizzati, visite in altre abitazioni, pranzi e cene con ospiti. Segnalazioni, tutto qui. Ma è palpabile che, in un Umbria con pochi contagi, cresca in molti la necessità di riprendersi la propria libertà, la voglia di tornare a produrre per arginare la grave crisi economica che attanaglia le nostre vite.

Tutto comprensibile, ma non si possono dimenticare le analisi della task-force regionale: un ritorno dei contagi è possibile, anzi è dietro l'angolo. Troppo presto per convivere con il coronavirus? Per loro sì. Sul fronte dei controlli c'è un leggero aumento, rispetto ai giorni precedenti, delle sanzioni per i trasgressori. Il bilancio di sabato, su base provinciale, redatto dalla Prefettura indica:  87 violazioni nei confronti dei trasgressori che sono adesso punite con la sanzione amministrative pecuniaria che va da 400 a euro 3.000.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nessun falsa autocertificazione e soprattutto nessuna irregolarità riscontrata negli esercizi commerciali a fronte di 881 ispezioni. Nella giornata di oggi la task-force delle forze dell'ordine con l'ausilio dell'esercito sta controllando strade, aree verdi e centri cittadini. Oltre 200 uomini schierati. La quarantena imposta è ancora lunga; in teoria mancano 15 giorni per un ritorno graduale alla libertà di movimento, che vale la pena dirlo subito: non sarà un ritorno alla vita di prima della pandemia. Purtroppo. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carlo Acutis, tante le richieste di visita: posticipata la chiusura della tomba del beato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento