Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Anche il Comitato umbro a Scuola firma la diffida al Presidente Draghi: "No al green pass a scuola, ecco perché"

La Rete ha rivolto un appello anche al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, a non estendere il provvedimento

Anche il Comitato umbro “A Scuola” ha sottoscritto la diffida della Rete Scuola in Presenza rivolta direttamente al presidente del consiglio Mario Draghi in vista dell’entrata in vigore anche del green pass per accedere, da settembre, in aula. La Rete ha rivolto un appello anche al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, a non estendere il provvedimento “Green Pass” ai cittadini minori di 18 anni. “Attraverso tale provvedimento – hanno scritto - si obbligano i minori a sottoporsi a vaccinazione o a tampone ogni 48 ore per accedere ad attività sportive o culturali fondamentali per il loro sviluppo fisico, psicopedagogico e sociale.

Secondo l’OMS, sono necessarie maggiori evidenze riguardo all'uso dei diversi vaccini COVID-19 nei bambini per poter fare raccomandazioni generali sulla vaccinazione dei bambini contro il Covid-19: children should not be vaccinated for the moment”.  La Rete Scuola ha ribadito che in Europa molti Paesi hanno bloccato o ristretto la vaccinazione per gli under 18: “Buona parte dei Paesi europei restringono la vaccinazione dei minori ai soli casi accertati di fragilità (Germania, Regno Unito, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo, Finlandia, Svezia), mentre alcuni interdicono completamente la vaccinazione dei minorenni (Portogallo, Albania, Cipro, Irlanda, Croazia, Islanda, Norvegia, Ucraina)”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il Comitato umbro a Scuola firma la diffida al Presidente Draghi: "No al green pass a scuola, ecco perché"

PerugiaToday è in caricamento