rotate-mobile
Cronaca

Il personaggio | Lo Chef umbro Vissani all'attacco di Conte: "Ha detto non lasceremo indietro nessuno, invece non è vero"

Le pepate dichiarazioni rilasciate in una intervista questa al programma radiofonico "Giletti 102.5"

Lo chef umbro, più famoso d'Italia, Gianfranco Vissani è tornato ad attaccare pesantemente il Governo Conte dopo il blocco del servizio serale per i ristoranti. Vissani da Baschi ha rilasciato una intervista questa al programma "Giletti 102.5": “Io sono deluso dalla situazione, innanzitutto ci sono tanti dipendenti che devono ancora prendere la cassa integrazione, inoltre a proposito di queste limitazioni dell’ultimo DPCM volevo dire che il virus non ha orario, arriva quando vuole arrivare. Abbiamo un debito pubblico in tutti i paesi europei che deve essere accantonato e bisogna salvaguardare tutti i cittadini dell’Europa se vogliono uscirne. Bisogna togliere anche le tasse, parliamo del debito pubblico quando abbiamo tolto il virus di mezzo e ci devono dare la possibilità di rimboccarci le maniche e andare avanti". 

E sulla protesta esplosa in piazza Vissani ha le idee chiare: "Non si deve chiudere, guardate cosa hanno fatto a Torino, Milano, Roma e Napoli, quello che è successo è un sintomo che la gente è stanca e non ha più i soldi per andare avanti. Conte è un bravo ragazzo, ma forse non capisce, ha detto “non lasceremo indietro nessuno”, invece non è vero, ha lasciato indietro tutti. Il 70% degli italiani è stipendiato dallo stato, anche quelli che sono a casa a fare smartworking percepiscono lo stipendio, noi no”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il personaggio | Lo Chef umbro Vissani all'attacco di Conte: "Ha detto non lasceremo indietro nessuno, invece non è vero"

PerugiaToday è in caricamento