menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Umbria che spacca, sicurezza e polemiche: "Più gente in via dei Priori che al San Francesco"

La polizia parla di concerti senza criticità, il pubblico si scatena sui social: "Ho avuto paura in quell'imbuto pieno di gente"

La musica è finita, le polemiche no. Perché il “dispositivo di sicurezza” per l'Umbria che spacca messo in piedi dalla Questura di Perugia – anticipo di ciò che accadrà con i concerti in piazza di Umbria Jazz – ha fatto inferocire il pubblico. Chi è rimasto fuori dai varchi e chi è riuscito ad entrare. Un'onda di polemiche e lamentele che ha travolto anche PerugiaToday, “colpevole” di aver riportato la nota ufficiale della Questura che parlava di un “successo della sicurezza” e di “2800 ingressi complessivi”.

E invece qualche problema c'è stato. Eccome se c'è stato. La polizia parla di concerti senza criticità, con soli 900 posti a disposizione al San Francesco al Prato, il pubblico si scatena sui social.

Gli organizzatori de L'Umbria che spacca postano una foto sulla fila fuori dalle transenne e dei varchi (di sabato sera, ndr). E scrivono: “Quella che vedete qui sotto è la fila di ieri di fronte ad uno dei dei varchi imposti per legge all'Umbria che Spacca. Non commenteremo, non diremo nulla e a testa bassa puliremo il prato di San Francesco e lo riempiremo di musica anche oggi, per l'ultima sera. Sappiate solo che noi, siamo e saremo sempre più fuori dalle transenne che dentro”.

Sotto al post, la rabbia: “Mi sono sentito molto più in pericolo in quell'imbuto stracolmo di gente, con i poliziotti che gridavano e intimavano alle persone di arretrare (cosa impossibile da realizzare visto la calca). Mi sembrava che bastasse una scintilla per scaldare gli animi.. è andata bene per fortuna”. E ancora: “Evitano l'affollamento al concerto e lo creano appena fuori! Geni!”.

Un altro: “Per non affollare una piazza affollano una stradina larga 8 metri senza vie d'uscita? Geni”. E poi c'è chi se la prende con la sicurezza: “Funziona che cosa?? Che la calca e la folla invece di farla su un prato, sotto ad un palco, l'abbiamo formata per via dei Priori! Stretti e compressi tra di noi, nel nome della sicurezza. Io ve consiglierei l'elimina code”.

Infine, c'è chi posta la foto di San Francesco al Prato dall'alto, mezzo vuoto. E via dei Priori satura come un uovo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento