rotate-mobile
Cronaca

Umbria, caos e violenza in Tribunale: detenuto minaccia magistrati, picchia due agenti e viene espulso dall'aula

Fabrizio Bonino, segretario nazionale per l’Umbria del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, ha denunciato il fattaccio

Mattinata ad alta tensione nel Palazzo di Giustizia di Terni dove un detenuto violento ha minacciato magistrati e colpito due agenti della penitenziaria. Protagonista un gambiana, ristretto per spaccio di sostanza stupefacente, che ha iniziato a protestare nell’aula delle udienze penali posta al primo piano del tribunale di Terni.

Fabrizio Bonino, segretario nazionale per l’Umbria del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, ha denunciato il fattaccio: “Il ristretto è andato in escandescenza durante l’udienza, assumendo un tono ed un atteggiamento sempre più aggressivo, e a nulla sono servite le parole rassicuranti da parte del Giudice. Ha continuato ad inveire proprio contro il magistrato e le Forze di Polizia presenti, tanto che il giudice ne ha disposto l’allontanamento dall’aula. A fatica, a dire il vero, perché ha tentato in tutti i modi di non farsi accompagnare all’esterno. E neppure si è calmato quando il giudice lo ha successivamente raggiunto nella stanza dov’era per rasserenarlo. Si è reso necessario quindi accompagnarlo sul furgone per il rientro in carcere, ma egli continuava a scalpitare ed a inveire, tanto che due poliziotti sono rimasti contusi.  Solo grazie al tempestivo intervento di quest'ultimi, il detenuto veniva contenuto e riportato alla calma. A seguito di tale evento, le due unità di polizia penitenziaria  che erano addetti alla scorta hanno dovuto far ricorso alle cure dei sanitari”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, caos e violenza in Tribunale: detenuto minaccia magistrati, picchia due agenti e viene espulso dall'aula

PerugiaToday è in caricamento