Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Andamento della pandemia in Umbria, la curva continua a scendere e il sistema sanitario tiene benissimo: meno casi tra i giovani

I dati del Nucleo epidemiologico umbro relativi all'ultima settimana. Buone notizie sul fronte della diffusione del virus

Buone notizie arrivano dal bollettino settimanale del Nucleo epidemiologico umbro sull’andamento dell’epidemia sul territorio regionale. La curva sta continuando a scendere in maniera costante: l’incidenza settimanale mobile per 100.000 abitanti mostra il medesimo andamento con valori al 28 settembre pari a 38 casi per 100mila abitanti. Mai così in basso l'indice Rdt sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a 7 giorni, si attesta ad un valore di 0,78. Inoltre, l’andamento regionale dell’incidenza settimanale mobile per classi di età mostra, anche per questa settimana, una maggior distribuzione dei casi tra i più giovani, anche se i valori sono in diminuzione rispetto alla settimana precedente.

Meno contagioso - il virus in circolazione in questo periodo grazie ai vaccini - e meno pericoloso per la salute, come dimostrano i dati: i ricoveri si attestano sui 45 di cui 3 in terapia intensiva; questo vuol dire che la nostra sanità non è in sofferenza e può programmare l'attività extra-Covid e il recupero delle prestazioni fermate nel passato. Negli ultimi 8 giorni i decessi sono stati sei.  I distretti umbri con il più alto tasso di positivi - tutti sotto quota 100 e quindi focolai ben sotto-controllo - sono lo Spoletino (69 casi ogni 100mila abitanti), l'Orvietano (92 casi ogni 100mila abitanti) e l'Assisano (54 casi ogni 100mila abitanti); c'è un distretto covid free, ovvero la Valnerina, valori molto bassi anche in Media Valle del Tevere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andamento della pandemia in Umbria, la curva continua a scendere e il sistema sanitario tiene benissimo: meno casi tra i giovani

PerugiaToday è in caricamento