Umbertide sparatoria nella notte: ferito un 36enne al Parco. Agguato o guerra tra bande?

I Carabinieri della Compagnia di Città di Castello stanno indagando sulla sparatoria che ha tenuto sveglia, per paura, la città. Tutte le piste sono aperte. Diversi i testimoni ascoltati

Una notte di paura ad Umbertide per molti residenti che hanno sentito diversi colpi di pistola intorno alle 23 di ieri sera - sabato 15 aprile -. Gli spari sono avvenuti nel parco Ranghiasci e a terra è rimasto ferito uno straniero di 36 anni colpito da due pallottole. L'uomo - un albanese - si trova attualmente ricoverato all'Ospedale di Città di Castello. Il bollettino medico "non ufficiale" parla di ferite al ginocchio e al piede. Quindi non sarebbe in pericolo di vita.

Ci sono testimoni che hanno assistito in parte alla sparatoria e ora, i loro racconti, sono al vaglio dei militari di Umbertide e di Città di Castello che cercano di fare chiarezza sull'accaduto. Gli inquirenti preferiscono non parlare. Ma secondo quanto raccolto da Perugiatoday.it, dopo gli spari, si sarebbero dati alla fuga alcune persone (2-3). In un primo momento si pensava ad uno scontro tra bande rivali.

Ma le ferite refertate sull'albanese fanno pensare più che altro ad una sorta di regolamento di conti nei confronti dell'uomo: un avvertimento per un qualcosa tutto da chiarire. Infatti i colpi sono indirizzati a parti del corpo non vitali. Importante sarà l'interrogatorio al ferito. Al momento tutte le piste sono prese in considerazioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento