Cronaca Umbertide

Baby gang a Umbertide, il punto sulle indagini: una rissa in centro storico a Città di Castello alla base della rivalità

Lo scontro fra due bande era avvenuto in una calda serata di giugno: sono intervenuti i carabinieri che hanno arrestato un ventunenne di Umbertide

Un regolamento di conti fra bande rivali? O c'è dell'altro? Gli inquirenti stanno ancora indagando sulla baby gang che ha postato in diversi social video con armi e soldi.

Nel frattempo pare che ci sia un fatto che potrebbe sciogliere i nodi dell'intera vicenda. Era la serata del 18 giugno, un caldo e torrido venerdì, quando improvvisamente in piazza Fanti a Città di Castello si è innescata una rissa. Tutti giovanissimi i partecipanti: italiani e stranieri. Alla fine solo l'arrivo dei carabinieri del Norm erano riusciti a bloccare alcuni partecipanti.

Umbertide, baby gang, video fra pistole e rap: in treno per incontrare i rivali nei parchi di Città di Castello

L'allarme scattò intorno alle 3 quando i militari intervennero in piazza Fanti ove era stata segnalata una rissa tra un numero imprecisato di giovani. Una volta sul posto, nonostante la fuga dei partecipanti nelle vie limitrofe, dopo un inseguimento a piedi, i carabinieri riuscirono a bloccare un 21enne di origini straniere, residente ad Umbertide, che venne arrestato nella flagranza del reato.

VIDEO Colpi di pistola, passamontagna e soldi: così la "gang" si racconta sui social

Nella piazza, venne invece soccorso dai Carabinieri e da personale del 118, un 21enne di origini straniere abitante in provincia di Arezzo, sanguinante e con una profonda ferita al volto. Qualche giorno dopo i militari riuscirono a individuare 7 presunti partecipanti, giovanissimi. Ed è probabile che sia stato quello il fatto che ha innescato questa scabrosa e spaventosa vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby gang a Umbertide, il punto sulle indagini: una rissa in centro storico a Città di Castello alla base della rivalità
PerugiaToday è in caricamento