Assolto dall'accusa di truffa allo Stato il segretario dell'Ugl Enzo Gaudiosi

Il numero uno dell'Ugl era stato accusato di truffa e danno erariale essendo un poliziotto che aveva assunto un ruolo sindacale apicale. Una sentenza che apre un nuovo scenario per tutt gli agenti impegnati nel sindacato

L’assoluzione “per non aver commesso il fatto”, dall’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato per aver svolto, libero dal servizio d’istituto in Polizia, le mansioni di Segretario Regionale UGL Umbria, conferma che il pieno esercizio dei diritti sindacali non è più un tabù anche per i poliziotti.
 
Dopo il proscioglimento da ogni addebito  – per presunto danno erariale – da parte della Corte dei Conti nel settembre del 2012, ora anche il Tribunale di Perugia dà ragione all’UGL, difesa dagli avvocati Laura Modena e Francesco Calabrese.
 
"Tutto questo non ci sorprende – ha dichiarato Gaudiosi – poiché noi ci siamo limitati  a rivendicare il pieno esercizio di diritti costituzionalmente garantiti e abbiamo riposto la nostra totale fiducia nell’operato dei giudici, chiamati a districarsi tra norme vecchie di trent’anni e paradossi tutti italiani".
 
Per effetto della decadenza del divieto di iscrizione ai partiti politici, infatti, i poliziotti possono assumere la carica di Segretario di un partito ma, a causa di una legge del 1981, oramai superata da mutamenti socio-politici e culturali che il legislatore non ha saputo cogliere per tempo, sono costretti a dover aspettare che siano i giudici a perimetrare il corretto ambito in cui possono e devono potersi esplicare diritti fondamentali, peraltro già riconosciuti ai loro colleghi della Polizia Penitenziaria o del Corpo Forestale dello Stato.
 
"La doppia assoluzione da parte dei giudici umbri – ha concluso Gaudiosi – va salutata per quello che è: un riconoscimento pieno ed inequivoco di un processo di totale  emancipazione civile e politico-sindacale della Polizia di Stato, in una cornice democratica pienamente compiuta dagli uomini e donne che vogliono orgogliosamente vestire la divisa senza rinunciare ai loro diritti di rappresentanza". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento