Cronaca

Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

La tragedia in una casa del centro storico di Orvieto. L'uomo avrebbe sparato alla compagna e poi alla giovane, prima di uccidersi. L'allarme lanciato dal fratello del presunto assassino. Indagini in corso da parte dei carabinieri

Avrebbe sparato alla moglie e poi alla figlia prima di uccidersi con lo stesso fucile usato contro i parenti. Tragedia in una casa del centro storico di Orvieto. Il duplice omicidio-suicidio - questa è l'ipotesi che i carabinieri riterrebbero la prevalente - risalirebbe alla tarda mattinata di ieri, mercoledì 13 novembre. L'allarme è scattato nella notte, dopo che il fratello del presunto responsabile, un 66enne dipendente civile dell'Aeronautica militare, aveva cercato a lungo di mettersi in contatto con i parenti senza successo. 

La ricostruzione dell'accaduto

L’uomo, un 66enne del posto, spiegano i carabinieri della compagnia di Orvieto, avrebbe utilizzato un fucile da caccia regolarmente detenuto, per colpire la moglie 67enne e la figlia 35enne per poi togliersi la vita. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare la dinamica dei fatti e quindi avvalorare l’ipotesi del duplice omicidio suicidio e per accertarne le relative cause. La presunta arma utilizzata e le salme sono a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Dettagli e aggiornamenti su Ternitoday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

PerugiaToday è in caricamento