Balla ubriaco su una panchina alla stazione e aggredisce gli agenti che gli hanno tolto la bottiglia

Condannato uno straniero con precedenti per rapina con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e ubriachezza molesta

Balla ubriaco su una panchina della stazione e quando arriva la Polizia aggredisce gli agenti: arrestato e condannato.

Protagonista della vicenda un magrebinio, già conosciuto dalle forze dell’ordine e dalla giustizia per rapina e invasione di terreni, difeso dall’avvocato Andrea Castori, la cui presenza molesta, alla stazione di Santa Maria degli angeli, era stata segnalata alla polizia da alcuni viaggiatori spaventati.

Gli agenti erano arrivati alla stazione e avevano trovato l’uomo con una bottiglia di vodka (mezza vuota) in mano, mentre ballava sul una panchina del primo binario.

I poliziotti si erano avvicinati, avevano parlato con l’uomo ed erano riusciti a farsi consegnare la bottiglia di vodka. Poi lo avevano invitato a scendere e di calmarsi un po’.

A quel punto l’uomo era sceso, ma si era scagliato contro gli agenti, cercando di colpirli. Per i poliziotti era stato facile immobilizzarlo, se non sostenerlo per evitare che cadesse, e portarlo in commissariato con una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale e multarlo per ubriachezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In tribunale l’uomo è stato condannato a 6 mesi e 20 giorni di reclusione e al pagamento delle spese processuali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

Torna su
PerugiaToday è in caricamento