Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Ubriaco seminò il caos in un bar di Ponte Felcino, dopo la denuncia il questore firma il daspo "Willy"

A gennaio aveva strappato di mano il cellulare a un cliente e molestato i presenti. Minacce anche agli agenti intervenuti.

A gennaio un cittadino straniero, secondo quanto ricostruito, aveva seminato lo scompiglio in un bar di Ponte Felcino. Era entrato nel locale ubriaco, aveva strappato di mano il cellulare a un altro cliente e poi aveva iniziato a infastidire chiunque gli passasse a tiro.

Un comportamento che l'uomo, un 24enne, continuava ad avere anche in presenza degli agenti della squadra volante, intervenuti dopo una richiesta di soccorso. Arrivando anche a minacciare gli agenti stessi e a opporre resistenza. Tanto da essere denunciaro per queste ipotesi di reato.

A seguito di tali fatti il questore di Perugia, Fausto Lamparelli, esaminati gli atti, in considerazione delle modalità con cui si erano svolti i fatti e l’allarme sociale creato dal soggetto tra i clienti del locale, ritenendo la condotta tenuta dall’uomo tale da determinare una situazione di grave pericolo e turbativa dell’ordine e la sicurezza pubblica, ì ha adottato nei suoi confronti la misura di prevenzione personale del cosiddetto daspo Willy.

Al destinatario della misura, per la durata di 1 anno, sarà vietato l’accesso al pubblico esercizio, nonché lo stazionamento nelle immediate vicinanze dello stesso.

La violazione del provvedimento è punita con la reclusione da uno a tre anni e la multa da 10mila a 24mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco seminò il caos in un bar di Ponte Felcino, dopo la denuncia il questore firma il daspo "Willy"
PerugiaToday è in caricamento