menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contro il tumore al seno le donne ci mettono la faccia: ecco il calendario per raccolta fondi

Presentato questa mattina il nuovo progetto dell'associazione Punto Rosa: un calendario 2017 finalizzato ad una raccolta fondi che verranno utilizzati dalla onlus per il sostegno alle donne colpite

A scendere in campo contro il tumore, ci pensano le donne. Donne che daranno un volto alla malattia e alla sua possibile guarigione: la forza di guardare in faccia il cancro senza perdere la voglia di lottare.

E’ stato presentato questa mattina il nuovo progetto dell'associazione Punto Rosa, un calendario 2017: finalizzato ad una raccolta fondi cui proventi verranno utilizzati dalla onlus per continuare a garantire sostegno nei periodi pre e post operatori alle donne colpite da carcinoma mammario. Le associate, infatti, con una quota minima di tesseramento annuo possono rivolgersi ad un personale specialistico di riferimento dell’associazione per usufruire di percorsi psicologici, trattamenti fisioterapici, consigli nutrizionali.Gli scatti del calendario sono stati realizzati da Marco Agabitini. 

Il progetto fotografico mostra il volto di alcune donne iscritte all’associazione. Il loro viso sorridente rimanda all’osservatore l’atteggiamento positivo con cui le protagoniste hanno scelto di affrontare la vita giornaliera. In ogni immagine riescono a ‘ridere’ in modo più o meno dissacrante al ricordo della data che ha segnato l’inizio del loro percorso oncologico e lo condividono nella speranza di sensibilizzare i cittadini all’argomento.

L'incredibile storia di Roberta: "Così a trent'anni ho sconfitto il cancro"

Ad intervenire, durante la conferenza stampa di presentazione a Palazzo Donini, la presidente della Regione Marini: “La vostra associazione svolge un’azione importante, che affianca ed integra il ruolo del sistema sanitario regionale, andando a sostenere quelle donne che hanno vissuto o stanno vivendo, insieme alle proprie famiglie, una esperienza difficile come quella del tumore al seno”:   “L’impegno della vostra associazione – ha aggiunto la presidente – integra quelle che sono le responsabilità dirette del pubblico nell’ambito del servizio sanitario regionale nella lotta contro il carcinoma mammario, in cui un ruolo importantissimo è svolto dalla prevenzione con dati incoraggianti per l’Umbria dove si registra il 67 per cento di adesione delle donne coinvolte. Dati positivi che intendiamo ulteriormente migliorare – ha detto la presidente, che fanno il paio con la bassa mobilità delle pazienti verso altre regioni a testimonianza che c’è fiducia nell’operato e nella professionalità della rete ospedaliera dell’Umbria e dei servizi socio sanitari della regione". 

"Per questo – ha aggiunto Marini - vi ringrazio per l’impegno umano e per la vicinanza alle donne malate in una sfida così difficile. Svolgete un’azione importante – ha ribadito -, unica e preziosa, facendo sentire le donne meno sole e portandole a confrontarsi con altre donne che hanno lo stesso vissuto.   Il tumore al seno – ha sottolineato la presidente -  più di ogni altro va a colpire la stessa identità femminile, coinvolge le donne emotivamente in maniera forte e profonda perché ha a che fare con i simbolismi legati alla donna e alla madre, al suo ruolo e al suo corpo.  Mi auguro – ha concluso la presidente – che questo calendario, oltre a sostenere il vostro indispensabile lavoro di volontariato, possa contribuire ad accrescere le informazioni e la sensibilizzazione su questa sfida”.

Video Tumore al seno: le donne-pazienti danno vita ad un calendario 

 L’associazione Punto Rosa - ha detto la presidente  è nata nel 2009 ad Assisi con la finalità di sostenere le donne operate di tumore al seno ed i loro familiari, per affrontare nel modo più sereno possibile il periodo pre e post operatorio. La Onlus opera attraverso la diffusione di buone partiche, tra cui l’organizzazione di convegni e personale specializzato.  Un percorso – ha aggiunto - che accompagna le donne durante i complessi momenti di cura, sostenendole anche nelle difficoltà quotidiane. Le associate – ha spiegato – possono infatti rivolgersi a personale specialistico di riferimento dell’associazione per usufruire di percorsi psicologici, trattamenti fisioterapici e consigli nutrizionali.

Sabato 19 novembre – ha annunciato la presidente di Punto Rosa - alla Valle di Assisi si terrà una cena di solidarietà in cui sarà possibile acquistare il calendario e raccogliere fondi per l’Associazione”.

 Anche la presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Donatella Porzi ha espresso parole di riconoscenza e vicinanza all’associazione.  Sottolineandone “l’azione umana, di partecipazione e di condivisione, la capacità di coinvolgere le donne che vivono questa esperienza così difficile in una comunità che si strige loro attorno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento