rotate-mobile
Cronaca

Nuove truffe telefoniche: l’allarme della polizia

Falsi operatori tentano di “convincere l’utente a eseguire movimentazioni di denaro dal proprio conto”

Le truffe attraverso lo smartphone sono ormai all’ordine del giorno e la Polizia di Stato cerca sempre di salvaguardare i cittadini per non farli cadere in spiacevoli imbrogli. 

Questa volta non si tratta di messaggi o email, al centro dell’inganno ci sono le chiamate. La polizia lancia dunque il nuovo allarme: “Si sostituiscono ai reali numeri di telefono utilizzati da banche e poste per rendersi credibili e convincere l’utente a eseguire movimentazioni di denaro dal proprio conto. La Polizia Postale mette in guardia dallo spoofing”. 

Quando la polizia parla di spoofing si riferisce al fenomeno, per lo più in ambito informatico, nel quale il truffatore finge di essere un’altra persona per risultare affidabile, così da nascondere la propria identità e ottenere informazioni riservate dalla vittima.

Truffa segnalata dalla polizia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove truffe telefoniche: l’allarme della polizia

PerugiaToday è in caricamento