Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Trentamila euro in un mese con le truffe online, bloccata all'ufficio postale

Il personale di Poste Italiane allerta la polizia, denunciata intermediatrice residente nell’hinterland perugino

Trentamila euro in un mese con le truffe online. La polizia postale denuncia una residente nell’hinterland perugino. La donna, secondo la ricostruzione degli agenti, aveva il ruolo di intermediatrice di un network nigeriano di truffe online. Gli agenti l'hanno colta sul fatto in un ufficio postale mentre tentava incassare un vaglia postale di 2.997 euro. Quella somma era un acconto versato da un ignaro compratore per poter acquistare online un’auto, seguendo le indicazioni di un “sedicente venditore”.

Il personale di Poste Italiane ha fatto scattare l'allarme dopo aver individuato numerose procedure di incasso e riaccreditamento di somme attraverso vaglia postali. Movimenti di denaro sempre in piccole trance e su carte postepay intestate a più beneficiari. Le indagini della polizia postale hanno appurato che le carte prepagate, attivate da cittadini italiani, venivano utilizzate da cittadini di nazionalità nigeriana nel Paese d’origine. 

La donna, denunciata per truffa, in un solo mese ha guadagnato 30mila euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trentamila euro in un mese con le truffe online, bloccata all'ufficio postale

PerugiaToday è in caricamento