Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Truffe telefoniche, occhio alla telefonata "succhiasoldi" con chiamate mute e numeri sospetti

Non si ferma il fenomeno di chiamate, sms e messaggi whatsapp che invitano a comporre un numero ad alta tariffazione

Un numero di telefono in chiaro, ma al quale non risponde mai nessuno, che invita a richiamare un altro numero di telefono, promettendo incontri “piccanti”; ma è solo l’ennesima truffa telefonica.

Il cellulare vibra ed emette il segnale di ricezione di un sms: “Ciao, ho provato a chiamarti, ma non rispondevi. Chiamami. Baci”, con l’indicazione di un numero senza prefisso.

Una breve ricerca su internet e si scopre che quel numero è stato utilizzato per diversi scopi, tutti truffaldini. C’è chi ha “ricevuto numerose chiamate di disturbo, ravvicinate, da questo numero”. Chi racconta di essere stato contattato da quel numero per la compravendita di una roulotte e che per completare l’affare il venditore doveva andare al bancomat e seguire le indicazioni per ricevere il bonifico. Se la vittima lo fa si trova il conto svuotato. C’è stato chi ha ricevuto una chiama che lo invitava a premere i tasti numerici seguendo un percorso che avrebbe sicuramente svuotato il conto telefonico.

Il numero è stato utilizzato per la classica truffa dell’anomalia sul conto corrente e di fornire i dati personali per la verifica. Oppure per presentare un’offerta di risparmio su luce e gas, ma anche in questo caso solo fornendo i dati personali e del contratto con il gestore del servizio di energia elettrica o del gas.

Qualcuno è stato anche richiamato, con toni minacciosi e promesse di querele perché aveva osato interrompere la chiamata.

Adesso quello stesso numero è utilizzato per la truffa del Ping call: richiamando quel numero, in genere all’estero, l’utente si vede prosciugare il credito in pochi minuti. Che sia una telefonata la cui conversazione cade appena risposto, oppure un messaggio, lo scopo è quello di far richiamare la vittima per prendere i soldi, addebitare spese telefoniche o servizi a pagamento. Il truffatore incassa i soldi e la compagnia telefonica si rifà sul titolare del contratto.

Decine e decine di perugini hanno ricevuto questo messaggio solo nella giornata di ieri. La truffa è così consolidata e molto usata che associazioni di consumatori, sindacati di pensionati (tra le prime vittime) e forze dell’ordine, invitano a non richiamare quei numeri, ma anche a non rispondere a chiamate con numeri che non si conoscono, soprattutto se esteri o da altre regioni e città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe telefoniche, occhio alla telefonata "succhiasoldi" con chiamate mute e numeri sospetti

PerugiaToday è in caricamento