rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Cronaca

Truffa sui social con la vendita di capi d'abbigliamento d'alta moda: falso venditore sotto processo

L'imputato è accusato di aver intascato il denaro e di non aver spedito mai la merce

Vende capi d’abbigliamento di alta moda attraverso i social, ma scappa con i soldi senza consegnare nulla.

L’imputato, difeso dall’avvocato Roberto Quirini, deve rispondere dell’accusa di truffa perché “proponendo sul social Instagram un’inserzione relativa alla vendita di alcuni capi di abbigliamento, per un importo di 370 euro”, si sarebbe presentato come un importante operatore di settore, “operando in modo da far sembrare l’utente identificatosi come tale ‘Living Milano Outlet’ venditore affidabile”.

Secondo la Procura di Perugia agendo così l’imputato avrebbe indotto in errore l’acquirente che “si procurava così l’ingiusto profitto rappresentato” dalla somma di 370 euro, accreditati su una ricaricabile riconducibile all’uomo accusato di truffa. I prodotti acquistati non “venivano mai recapitati”.

All’imputato sono contestate anche le aggravanti per aver agito attraverso mezzi telematici, celando la propria identità, e per la distanza dall’acquirente che non poteva “sottoporre il prodotto venduto ad alcun efficace controllo preventivo”.

I fatti contestati sono avvenuti a Perugia il primo novembre del 2021.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa sui social con la vendita di capi d'abbigliamento d'alta moda: falso venditore sotto processo

PerugiaToday è in caricamento