rotate-mobile
Cronaca

Reddito di cittadinanza, non denuncia lavoro stagionale: condannato per truffa all'Inps

Il giudice ha condannato l’imputato a 8 mesi di reclusione, con pena sospesa

Svolge un lavoro saltuario e non lo dichiara all’Inps che già eroga il reddito di cittadinanza e viene condannato.

L’imputato, un rumeno di 41 anni difeso dall’avvocato Vincenzo Maria Maccarone, è finito sotto processo perché “in qualità di beneficiario del reddito di cittadinanza … ometteva la comunicazione delle variazioni di reddito o del patrimonio, anche se provenienti da attività irregolari, nonché di altre informazioni dovute o rilevanti ai fini della revoca o riduzione del beneficio”.

Sulla base dei controlli effettuati, la Procura di Perugia ha contestato all’uomo di aver svolto “attività lavorativa” presso un agriturismo, “così percependo, da parte dell’Inps, un beneficio economico superiore (per euro 1.120,32 euro) a quello al quale avrebbe avuto diritto se avesse effettuato la suddetta comunicazione”.

Il giudice ha condannato l’imputato a 8 mesi di reclusione, con pena sospesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, non denuncia lavoro stagionale: condannato per truffa all'Inps

PerugiaToday è in caricamento