menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Svuota il conto corrente al cliente, sotto processo commerciante online

Spariti dalla Postepay 855 euro, ma dopo undici anni di processo il reato è prescritto e l'imputato irreperibile

Si appropria dei codici di accesso alla Postepay di una cliente e le svuota il conto.

L’uomo, uno straniero di 39 anni, difeso dall’avvocato Salvatore Adorisio, è accusato di frode informatica “per essersi introdotto, senza autorizzazione, all’interno del sistema informatico Postepay, dopo aver ottenuto mediante artifici e raggiri i codici di accesso della titolare…, prelevando abusivamente 855 euro”.

Secondo la querela sporta dalla proprietaria della carta Postepay, una 48enne milanese, l’uomo l’avrebbe tratta in inganno prospettandole la vendita online di prodotti elettronici. Al momento del pagamento, riferisce la vittima, l’imputato le avrebbe chiesto, oltre all’Iban della carta, anche i codici per operare online sul conto.

Una leggerezza da parte della donna che le è costato un salasso di 855 euro, perché secondo l’accusa l’uomo avrebbe utilizzato i codici per prelevare quel denaro, senza inviare i prodotti ordinati.

I fatti sono avvenuti a settembre del 2009 e l’imputato è irreperibile, probabilmente tornato in patria, dal 2013. In udienza oggi i giudici hanno preso atto della prescrizione del reato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento