Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

Il messaggio invita a entrare nel sito della propria banca per sbloccare carta di credito o bancomat, ma "succhia" i dati e ruba i soldi

Si chiama smishing ed è la nuova frontiera delle truffe online. Lo schermo del cellulare si illumina e appare un messaggio: “Gentile cliente, la sua carta e stata bloccata per mancata sicurezza web psd2 antifrode. Verifica e riattiva ora” seguito da un link. Il cliente, tratto in inganno dalla perfetta imitazione del software che gestisce le comunicazioni della propria banca clicca sul link e la truffa è servita.

Il proprio conto corrente non è stato bloccato. Dietro quel messaggio si cela, infatti, una truffa informatica. I truffatori manomettono il sistema di messaggistica e inviano il link ad un sito civetta, a un falso portale web dell’istituto di credito che “succhia” i dati e le password del cliente per poi svolgere operazioni illecite a danno del cliente della banca.

Si chiama smishing e utilizza gli stessi sistemi del phishing, solo che opera tramite sms. Da ricordare che nessun istituto di credito chiede mai, tramite sms, social o mail, di inserire dati sensibili come nome utente, password o numero della carta di credito.

“L’aspetto più preoccupante è il possesso da parte dei truffatori dei dati sensibili del cliente: numero di cellulare, nome e cognome, istituto di credito dove si ha il conto corrente” afferma l’avvocato Michele Maria Gambini che recentemente ha assistito un cliente nelle formalità di denuncia del fatto alla Polizia postale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

PerugiaToday è in caricamento