rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca

“Signora, l'operazione è stata anticipata, ma mi deve fare subito un bonifico di 440 euro”: finto medico sotto processo

L'uomo deve rispondere dell'accusa di truffa nei confronti di una donna che cercava un aiuto per madre invalida

“Signora, la sua operazione è stata anticipata, ma mi deve fare subito un bonifico di 440 euro”.

Un italiano di 57 anni, difeso dall’avvocato Giuseppe De Lio, è accusato di truffa, in concorso con un marocchino irreperibile (difeso dall’avvocato Saschia Soli), per aver realizzato, “mediante artifizi e raggiri”, una truffa ai danni di una donna della Costa d’Avorio che aveva bisogno di aiuto “per organizzare le cure per l’anziana madre (non vedente a causa di un glaucoma)”, prospettandole “falsamente di poterle organizzare un intervento gratis presso una clinica di Modena, dovendo la stessa solo anticipare le spese di trasporto e degenza”. E per questo si sarebbe fatto consegnare subito 60 euro.

Pochi giorni dopo, secondo l’accusa, l’imputato avrebbe contattato al telefono la donna e “fingendosi un medico della clinica” le avrebbe detto “che l’intervento sarebbe stato eseguito in una clinica di Fano e, a tal fine, le chiedeva di consegnare” al complice “la somma di 440”, intascando così, in maniera fraudolenta, la somma di 500 euro. Senza che la madre della vittima venisse operata.

I fatti sono avvenuti a Umbertide nel novembre del 2021.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Signora, l'operazione è stata anticipata, ma mi deve fare subito un bonifico di 440 euro”: finto medico sotto processo

PerugiaToday è in caricamento