rotate-mobile
Cronaca

"Suo figlio ha provocato un incidente, servono soldi per liberarlo": sotto processo per truffa

L'imputato si è presentato come agente della Polizia stradale a un anziano e ha chiesto 3.700 euro

“Suo figlio ha provocato un incidente stradale, servono soldi per farlo uscire subito dal carcere”, ma è una truffa (vecchia, conosciuta, ma è sempre bene segnalare che ancora viene tentata) e finisce sotto processo.

L’uomo, un italiano di 47 anni difeso dall’avvocato Simone Costanzi, è accusato di truffa per avere finto di essere un agente della Polizia stradale e “aver contattato a mezzo telefono il signor … di 88 anni” al quale avrebbe detto “che il figlio era in stato di fermo perché coinvolto in un incidente stradale e che, pagando la cifra di 3.700 euro, sarebbe stato possibile liberarlo”.

In un secondo momento si “presentava presso l’abitazione della persona offesa dove ritirava la cifra di 2mila euro, unica somma che il signor … aveva immediata disponibilità, così ottenendo un ingiusto profitto con altrui pari danno”.

All’imputato è contestata anche l’aggravante “di aver approfittato di circostanze di persona, in relazione all’età della persona offesa, tali da ostacolare la privata difesa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Suo figlio ha provocato un incidente, servono soldi per liberarlo": sotto processo per truffa

PerugiaToday è in caricamento