Spariti i soldi per l'aumento del capitale sociale, commercialista nei guai per truffa e falso

Il professionista avrebbe tenuto il denaro per sé e falsificato la distinta di versamento, ma ad otto anni dai fatti incombe la prescrizione

Spariscono i soldi per l’aumento del capitale sociale e un commercialista finisce sotto processo per falso.

Secondo l’accusa il professionista, difeso dall’avvocato Patrizia Pugliese, si sarebbe appropriato della somma di 2.500 euro che sarebbero serviti all’aumento del capitale sociale della società per cui teneva i conti.

Il commercialista, per la Procura, avrebbe anche preparato una distinta di versamento falsificata, che attestava un deposito che non sarebbe mai avvenuto. Finendo sotto processo, quindi, per truffa e falso.

I soci dell’azienda si sono costituiti parte civile tramite gli avvocati Aldo De Bellis e Valentina Croci, ma il processo, per fatti avvenuti nel 2012, non è mai di fatto iniziato e la prescrizione è ormai alle porte (febbraio 2020).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Era accusata di rubare dalla cassa, ma in realtà era innocente: l'avvocato scopre complotto

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Offerte di lavoro a Perugia e provincia: guardie giurate, operai, elettricisti, impiegati e addetti alla contabilità

  • Incidente sul raccordo Perugia-Bettolle: schianto tra due auto a Ferro di Cavallo

  • Grave incidente stradale sulla E45: auto distrutta, ferite mamma e figlia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento