rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Ruba energia elettrica con un contratto a nome dell'ignaro vicino: condannato per truffa e sostituzione di persona

L'imputato non avrebbe pagato le bollette della fornitura attivata con l'inganno

Sottoscrive un contratto di fornitura di energia elettrica a nome di un’altra persona e poi non paga le bollette: scoperto e condannato.

L’imputato, un folignate di 63 anni, difeso dall’avvocato Claudia Orsini, è finito davanti al giudice per rispondere delle accuse di sostituzione di persona e truffa, in quanto “al fine di procurarsi un vantaggio e di recare” un danno a una persona, “induceva in errore gli impiegati di Enel servizio elettrico, attribuendosi il falso nome” della vittima nel corso di una “telefonata intercorsa per stipulare un contratto di fornitura di energia elettrica”.

La Procura di Perugia contesta anche l’aggravante di aver commesso questo reato per commetterne un altro, la truffa appunto.

Secondo l’accusa l’imputato, dopo aver stipulato il contratto “con artifici e raggiri”, si sarebbe procurato “un ingiusto profitto … non pagando 136,72 euro di energia elettrica somministratagli”, con “pari danno alla persona offesa … che risultava colui che aveva ricevuto la fornitura”.

Il giudice ha condannato l’imputato a 7 mesi di reclusione e 51 euro di multa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba energia elettrica con un contratto a nome dell'ignaro vicino: condannato per truffa e sostituzione di persona

PerugiaToday è in caricamento