Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Truffano la Telecom per 15mila euro con i numeri 899, in quattro davanti al giudice

L'accusa: "In un solo giorno sarebbero state effettuate 429 chiamate, per un danno economico di 6.4435 euro"

Centinaia di telefonate al giorno ai numeri ad alta tariffazione per incassare il corrispettivo dalle aziende telefoniche e non pagare le bollette. È la truffa che ha portato in tribunale sei persone, difese dall’avvocato Massimo Brazzi.

Secondo l’accusa gli imputati "allo scopo di far effettuare una serie di chiamate ai codici non geografici di riferimento, con l’intento, poi posto in essere, di non corrispondere quanto dovuto per tali telefonate, indotto in errore i diversi gestori di telefonia proprietari delle linee fisse che nell’ordine, procedeva all’installazione dell’utenza indicata, non riusciva a disattivare prontamente la stessa, fatturando inutilmente il costo delle telefonate". In un solo giorno sarebbero state effettuate 429 chiamate, per un danno economico di 6.4435 euro.

Per gli investigatori l’accredito del traffico telefonico illecitamente ottenuto era addebitato su numerazioni a tariffazione aggiunta (ad esempio 899 -166 - 892), assegnate per concessione a società riconducibili o controllate dagli associati che lucravano profitti per effetto del traffico telefonico illecitamente accreditato.

La frode con la sottoscrizione avveniva tramite l’attivazione di una o più linee telefoniche con la quali venivano prodotte chiamate di pochi secondi a numeri speciali (892, 899, 0088) ad un costo altissimo: 15 euro. Le bollette raggiungevano costi esorbitanti, ma non venivano pagate perché i componenti dei gruppi criminali e le società sparivano prima del recapito della richiesta di pagamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffano la Telecom per 15mila euro con i numeri 899, in quattro davanti al giudice

PerugiaToday è in caricamento