Cronaca

Acquista un cellulare usato e quando apre la scatola c'è un telefono di plastilina

Sotto processo per truffa un 51enne che avrebbe rifilato il "pacco" ad uno studente straniero

È una delle truffe più vecchie in circolazione: vendere qualcosa e sostituire l’oggetto nel momento in cui si mette nella busta o si incarta. Ed è quello di cui è accusato una campano di 51 anni, difeso dall’avvocato Ermes Farinazzo, per aver truffato uno studente cinese con la finta vendita di un cellulare.

Secondo l’accusa l’uomo avrebbe “con artifizi e raggiri consistiti nel proporre a … il conveniente acquisto di un telefono cellulare usato marca Iphone 6S per l’importo di 320 euro, importo poi ridotto a 180 euro per l’impossibilità di un controllo sulla bontà del prodotto che offriva” indotto in errore la vittima “consegnandogli per la somma pattuita una custodia con all’interno del pongo-plastilina”.

I fatti risalgono al luglio del 2017, ma solo oggi si è tenuta la prima udienza, alla quale non sono comparsi l'imputato né la vittima. Risultano entrambi irreperibili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquista un cellulare usato e quando apre la scatola c'è un telefono di plastilina

PerugiaToday è in caricamento