menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubano i codici delle carte di credito e si danno allo shopping folle: spesi fino a 40mila euro

Gli acquisti venivano effettuati non solo su Mediashopping, ma anche su aziende come Feltrinelli, Buy Vip vestiario e Kiko s.r.l.

Sono riusciti grazie a ignoti fornitori a procurarsi i codici delle carte di credito di poveri sventurati che si sono visti detrarre dai conti correnti somme per oggetti mai acquistati su Mediashopping. Una truffa studiata in ogni suo minimo dettaglio, ma che ha permesso di risalire comunque ai malfattori.

Il meccanismo – Una volta rubati i codici, il gruppo ha iniziato a spendere e spandere, comprando merce elettronica, abbigliamento e oggettistica. Il tutto veniva consegnato a tre diversi indirizzi appartenenti ad altrettanti comuni: Gualdo Tadino, Novara e Montecastrilli. Ad essere utilizzati anche nominativi falsi con l’unico intento di non essere scoperti. Tanti i soldi rubati dai conti: si va dai 500 euro ai circa 40mila euro spesi alla Kiko s.r.l. Gli acquisti venivano, infatti, effettuati non solo su Mediashopping, ma anche su aziende come Feltrinelli e Buy Vip vestiario.

Il gruppo, formato da persone tutte di nazionalità straniera, è dovuto comparire in tribunale. Le persone coinvolte sono difese dagli avvocati Giuseppe De Lio, Barbara Romoli, Massimo Brazzi e Rastelli. Le difese hanno insistito sull’incompatibilità territoriale, ma l’eccezione è stata rigettata. Il 5 aprile si dovrebbe decidere sul rinvio a giudizio o meno.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento