menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Troppe spezie nella zuppa, scoppia lite a coltellate tra gli ospiti del centro di accoglienza

Protagonisti due stranieri alloggiati in un immobile del Comune di Umbertide. In aula il racconto dei carabinieri intervenuti

Uno straniero ospite di un centro di accoglienza di Umbertide è finito sotto processo per lesioni, dopo che aveva accoltellato un altro ospite della stessa struttura al culmine di una lite per la preparazione della cena.

I Carabinieri erano intervenuti, una sera di giugno del 2015, perché era stata segnalata una rissa in piazza ad Umbertide. Una volta giunti sul posto i militari trovavano un uomo a terra, tutto insanguinato, che lamentava un'aggressione avvenuto poco prima nel centro di accoglienza. A dire dell'uomo ad aggredirlo era stato un altro ospite per futili motivi legati alla preparazione del pasto.

All'interno della struttura i Carabinieri trovavano il presunto aggressore e, in cucina, anche il coltello utilizzato per ferire. L'uomo era in evidente stato di ubriachezza e non sapeva fornire, complice anche l'ignoranza della lingua italiana, il suo gesto. Gli altri ospiti della struttura confermavano il racconto della vittima.

L'uomo è difeso dall'avvocato Maria Chiara De Pascalis. Oggi hanno testimoniato, nel corso della prima udienza del processo, i militari intervenuti sul luogo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento