menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza Covid e giustizia, gli avvocati protestano: "Il difensore di turno non è un piantone d'udienza"

L'Ordine degli avvocati scrive al presidente del Tribunale: "Garantire il turno in aula da remoto per tutte le attività"

L’Ordine degli avvocati scrive al presidente del Tribunale di Perugiain merito alle udienze penali in piena emergenza Covid-19 e a seguito dell’istituzione della zona rossa nella provincia di Perugia.

Dopo la protesta di ieri degli avvocati perugini, sui social e sulle pagine di Perugia Today, il presidente dell’Ordine degli avvocati di Perugia, insieme con il coordinatore delle commissione difese d’ufficio, ha scritto alla presidente Mariella Roberti chiedendo che “per quanto concerne la difesa d’ufficio” sia necessario “in questa fase di severe emergenza epidemiologica, ovvero fino al 21 febbraio 2021, evitare” per gli stessi difensori d’ufficio, “ la presenza presso le aule ove vengono celebrate le udienze penali”.

Per consentire ai difensori di turno di svolgere la loro funzione si chiede che “vengano impiegati mediante collegamento da remoto” anche per quanto riguarda i rinvii delle udienze, così come stabilito da precedenti protocolli.

L’Ordine degli avvocati fa presente che monitorerà la situazione per intervenire “al fine di evitare che il difensore d’ufficio presente in aula, che dovrebbe consentire un caso di sostituzione urgente ed eccezionale, non si trasformi in un ‘piantone’ di udienza a causa delle mancanza, spesso ingiustificata, del difensore titolare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento