Tribunale civile di Perugia più sicuro con metal detector e ingressi controllati. Il progetto Cittadella va avanti

Inaugurato il nuovo sistema di sicurezza di accesso al tribunale situato all'interno del Palazzo delle Poste

Il Tribunale civile di Perugia più sicuro con il nuovo sistema di controllo degli ingressi: una bussola per magistrati, avvocati e personale tramite badge e un metal detector nel corridoio, con nastro trasportatore per il controllo di valigie e borse, per il pubblico.

“Ci sono voluti quattro anni e l’aggressione a due magistrati per poter, finalmente, disporre dell’accesso controllato e ripristinare il livello di sicurezza che un tribunale merita” ha esordito Fausto Cardella, procuratore generale presso la Corte d’appello di Perugia per poi ringraziare tutti i soggetti che hanno partecipato alla realizzazione del progetto, dal Comune di Perugia, “con il sindaco Andrea Romizi che si è speso ben oltre i suoi compiti istituzionali”, alla Soprintendenza per le indicazioni di intervento su di un palazzo con vincolo e alle Poste Italiane “che hanno ceduto lo spazio nel corridoio per realizzare l’ingresso al pubblico”. Un grazie particolare all’Esercito Italiano che con vari reparti (adesso tocca al 185esimo reggimento paracadutisti) ha garantito le operazioni di controllo.

La presidente del Tribunale Mariella Roberti ha parlato di “grande passo in avanti per il sistema di accesso e per la sicurezza di tutti e di un luogo in cui si riversano le conflittualità sociali crescenti”. Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente dell’Ordine degli avvocati di Perugia, Stefano Tentori Montalto, con la preoccupazione del dover quotidianamente affrontare le “tensioni della società in tribunale”.

Il presidente della Corte d’appello di Perugia, Mario Vincenzo D'Aprile, ho parlato di “inageduatezza del palazzo, dispersione delle sedi giudiziari e decentramento degli archivi”, un problema da risolvere quanto prima per “avere una sede giudiziaria unica e degna di una città capoluogo di regione”.

Il sindaco Andrea Romizi ha ringraziato l’Ufficio tecnico per un intervento “non banale e che ha richiesto tanto impegno”. Quanto alla Cittadella giudiziaria ha assicurato di aver “già ripreso contatto con il Demanio per dare corso al protocollo sottoscritto per l’utilizzo dell’ex carcere di piazza partigiani. Quella è la via da seguire e se si lavora tutti insieme, come per questo progetto di sicurezza del Tribunale, il traguardo è raggiungibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento