Trevi, colpo grosso dei carabinieri: prima arrestato boss dello spaccio e poi l'espulsione

Era il boss dello spaccio di droga sulla piazza di Trevi e lo gestiva insieme alla sua compagna italiana molto più grande lui. Ma i Carabinieri sono riusciti ad assestare due colpi mortali all'attività di un marocchino di 25 anni. Lo scorso gennaio, dopo molte segnalazioni e sequestri di stupefacente, sono risaliti a lui riuscendo così ad arrestarlo. Una volta messe le manette hanno elaborato un dossier, con tutti i precedenti penali del soggetto, per avviare le pratiche per l'espulsione per pericolosità sociale (oltre alla droga aveva precedenti per furti e per violenze). Una volta tornato in liberà, ed ottenuto il decreto di espulsione, i militari lo hanno fermato di nuovo a Trevi e poi portato ad un centro di rimpatrio di Potenza per la sua successiva destinazione, il Marocco. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 luglio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento