"Ma come giochi?", i commenti alla partita di tressette scatenano la rissa

Un giovane sotto processo per aver picchiato un anziano che si era lamentato per le interferenze del primo: braccio rotto e costole incrinate

Il gioco delle carte è una cosa seria e i commenti a partita di tressette in corso sono vietati. Pena il venire alle mani.

Ed è quanto accaduto in un bar di Torgiano tra un anziano e un giovane. Il primo finito in ospedale con un braccio rotto e alcune costole incrinate. Il secondo in tribunale, difeso dall’avvocato Marco Piazzai, per lesioni personali. L’anziano si è costituito parte civile tramite l’avvocato Roberto Quirini.

Il giovane, secondo quanto ricostruito in querela, si sarebbe posizionato alle spalle del giocatore anziano mentre si disputava una appassionata partita a tressette. Ogni volta che il giocatore chiamava una carta o una giocata, quello dietro protestava e commentava: non si fa così, ha sbagliato a giocare l’asso, doveva calare coppe e non spade. E via dicendo.

Al colmo dell’esasperazione l’anziano si sarebbe girato e avrebbe mandato a quel paese il ragazzo. Il quale, non gradendo l’insulto, spintonava l’anziano, mandandolo a terra, con rottura del braccio e di alcune costole.

Da terra l’anziano preannunciava querela e il ragazzo, trattenuto dagli avventori del bar, gli prometteva un’altra e ben più consistente dose di botte.

La difesa. Il ragazzo non avrebbe mai aggredito nessuno, anzi, i due sarebbero caduti entrambi e l'anziano aveva avuto la peggio. L'imputato si era anche offerto di aiutare l'anziano a rialzarsi. Visto che l'anziano alzava minaccioso il pugno, gli avrebbe anche detto: "Ti aiuto ad alzarti, ma non mi picchiare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Adesso le parti si sono ritrovate davanti al giudice Marino Albani in un tentativo di ricomporre la lite con risarcimento all’anziano e remissione di querela.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Ragazza sparita di casa a Terni e segnalata a 'Chi l'ha visto', arrestata per rissa in corso Vannucci

  • Al confine tra Umbria-Toscana: terribile schianto in A1, quattro vittime tra cui due bimbi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento