Cronaca

Trasimeno, idroambulanza sugli scogli: l'Usl Umbria 1 apre un'indagine interna

Mentre si cercano di capire le dinamiche dell'incidente avvenuto nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, il servizio proseguirà grazie alla collaborazione della Cover odv, unità di protezione civile che ha messo a disposizione del 118 le proprie imbarcazioni con i piloti

L'incidente in cui sono rimasti coinvolti nella notte a cavallo tra il 5 e il 6 gennaio alcuni operatori sanitari sulle acque del lago Trasimeno non fermerà il servizio di emergenza con l'idroambulanza sulle acque del Lago Trasimeno. Questo, come comunica l'Usl Umbria 1, "grazie alla collaborazione della Cover odv, unità di protezione civile che ha messo a disposizione del servizio di emergenza urgenza 118 le proprie imbarcazioni con i piloti". È stata inoltre aperta un’indagine interna per chiarire la dinamica dell'incidente.

Partono per soccorrere un turista, si schiantano sugli scogli: notte da incubo al Trasimeno

I FATTI - L’incidente si è verificato attorno alle 2 del 6 gennaio. L’idroambulanza era stata attivata per soccorrere un uomo che aveva avuto un malore ad Isola Maggiore. Nella fase di rientro con il paziente a bordo l’imbarcazione si è arenata a seguito di un urto sulla costa dell’Isola Minore. In seguito all'urto i soccorritori hanno riportato ferite lievi. Il paziente e i sanitari sono stati trasferiti su un’altra imbarcazione e successivamente trasportati presso il molo di Tuoro sul Trasimeno dove erano attesi dall'ambulanza del 118 di Perugia, che ha trasportato il paziente e il conducente dell’idroambulanza all’ospedale Santa Maria della Misericordia. Il personale rimasto coinvolto è stato medicato all’ospedale di Castiglione del Lago.

FOTO Malore per un turista, il 118 si schianta sugli scogli: notte da incubo al Trasimeno

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasimeno, idroambulanza sugli scogli: l'Usl Umbria 1 apre un'indagine interna

PerugiaToday è in caricamento