Cronaca

Trasimeno, espone nella sua proprietà bandiera della Repubblica Sociale: denunciato per vilipendio

L'intervento della Digos dopo una segnalazione avvenuta tramite l'applicazione della Polizia che consente messaggi in tempo reale con la Sala Operativa

La bandiera della Repubblica Sociale Italiana

Ha esposto, all'interno della sua proprietà, la bandiera della Repubblica Sociale Italiana - raffiguranta un'aquila imperiale che artiglia un fascio con sfondo il tricolore italiano -. Qualcuno però ha notato questo vessillo, che richiama ad un certo periodo storico del Fascismo in Italia, ed ha avvisato la polizia - per sanzionare eventuali reati - attraverso l'applicazione YouPol.

Immediato è scattato il controllo della Digos che effettivamente ha potuto constatare l’esposizione sul porticato di un’abitazione, di una bandiera italiana non ufficiale e appartenente alla Repubblica Sociale. Il vessillo è stato sequestrato e il propritario dell'abitazione, un 56enne italiano, è stato segnalato alla Procura della Repubblica per il reato di “Vilipendio o danneggiamento alla bandiera o ad altro emblema dello Stato”.

Tutto questo è accaduto in Umbria, in un comune dell'area del Trasimeno. Il 50enne ora rischia una sanzione pesante; infatti il codice afferma: "Chiunque vilipende con espressioni ingiuriose la bandiera nazionale o un altro emblema dello Stato è punito con la multa da euro 1.000 a euro 5.000. La pena è aumentata da euro 5.000 a euro 10.000 nel caso in cui il medesimo fatto sia commesso in occasione di una pubblica ricorrenza o di una cerimonia ufficiale". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasimeno, espone nella sua proprietà bandiera della Repubblica Sociale: denunciato per vilipendio

PerugiaToday è in caricamento