rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Cronaca

Importano cuccioli dalla Romania senza certificati e li vendono come cani di razza: due nei guai

Chiuse le indagini a carico di un veterinario e del padrone degli animali

Importano cuccioli dalla Romania senza autorizzazioni né controlli sanitari, la Procura di Perugia chiude le indagini a carico di due giovani.

I due avrebbero importato e venduto almeno 17 cuccioli, di nemmeno 12 settimane di età, dichiarando origine e provenienza diversa rispetto a quanto dichiarato agli ignari acquirenti.

L’indagine, svolta dal personale dei servizi veterinari della Azienda Usl Umbria 1, dall’unità operativa servizio randagismo e dai Carabinieri del Nas di Perugia ha rivelato che gli animali sarebbero stati venduti sotto età, cioè prima del termine imposto dai regolamenti sanitari, e come cani di razza, ma senza certificazione.

Attraverso una falsa attestazione di provenienza, infatti, gli indagati, di cui un veterinario e l’altro proprietario dei cani, avrebbero certificato che i cuccioli, acquistati in Romania, erano nati in Italia e di razza maltese.

In realtà si tratterebbe di cuccioli di provenienza rumena e meticci, senza documento di riconoscimento associato agli animali di razza.

Tale condotta avrebbe procurato agli indagati un illecito profitto con l’aggravante di aver trasportato cuccioli di età inferiore alle 12 settimane privi del sistema per l’identificazione individuale e delle necessarie certificazioni sanitarie.

Con la notifica dell’avviso della conclusione delle indagini preliminari gli indagati potranno presentare documenti a sostegno delle proprie tesi difensive chiedendo di essere sottoposti ad interrogatorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Importano cuccioli dalla Romania senza certificati e li vendono come cani di razza: due nei guai

PerugiaToday è in caricamento