menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tombaroli in azione, i Carabinieri recuperano monete antiche trovate nello scavo illegale

L'ambulante teneva i reperti sotto la bancarella e li mostrava ai clienti interessati. Denunciato

I Carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Perugia hanno sequestrato presso una bancarella del mercato antiquario di Città di Castello sessanta monete antiche di epoca romana e medievale provenienti da uno scavo clandestino.

I militari, nel corso di uno dei controlli periodici nei mercati antiquari, hanno notato l’ambulante estrarre da sotto il banco di vendita un contenitore e mostrarlo ad un probabile cliente. Avvicinatisi alla bancarella i carabinieri hanno visto le monete antiche, ancora con i segni del lungo periodo passato sotto terra, segno di uno scavo recente e clandestino.

E' stato chiesto all'ambulante se fosse in grado di dimostrare la provenienza lecita dei reperti e a fronte del suo diniego è scattata la denuncia.

Ogni eventuale ritrovamento, infatti, deve essere denunciato all'autorità competente, visto che le ricerche di materiali d’archeologia senza le autorizzazioni del Ministero sono vietate. Impossessarsi "di beni culturali appartenenti allo stato" e rivenderli, inoltre, è punibile sotto il profilo penale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento