menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quel concorso di Miss Todi 'non s'ha da fare'. La Cgil contro il Comune: "Offensivo nel giorno della lotta alla violenza contro le donne"

Per il sindacato evidentemente i concorsi di bellezza vanno in qualche modo a ledere i contenuti della giornatale mondiale contro la violenza sulla donna. Appello al Comune

"Appare quantomeno inopportuna, se non addirittura offensiva, l'idea di indire la prima edizione di Miss Todi nel giorno del 25 novembre, una data simbolo per le donne e per gli uomini che combattono la violenza contro le donne": inizia così la lettera aperta della Cgil che chiede sia all'amministrazione comunale che agli organizzatori del concorso Miss Todi di rinviare ad altra data la manifestazione. Per il sindacato evidentemente i concorsi di bellezza vanno in qualche modo a ledere i contenuti della giornatale mondiale contro la violenza sulla donna.  

Nella lettera aperta della Cgil si continua scrivendo: "Una svista? Una superficiale ma colposa ignoranza? La violenza contro le donne ha radici profonde e per essere eliminata non bastano le denunce. Serve un'opera culturale profonda, servono azioni chiare, serve produrre informazione ed educazione, per questo chiediamo al sindaco del Comune di Todi e a tutta la giunta di non dare l'adesione all'iniziatuva che prevede l'elezione di Miss Todi". Si chiede invece di investire risorse e "tempo" "nella promozione del 25 novembre (e non solo in quella) iniziative contro la violenza sulle donne, così come chiediamo all'associazione che promuove l'evento di spostare l'iniziativa ad altra data meno inopportuna e più adatta".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento