Cronaca

Blitz dei Carabinieri della Tutela Patrimonio in un magazzino di un collezionista: ritrovata rara stampa sulla poesia di Petrarca

I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale restituiscono alla Biblioteca Diocesana di Todi una cinquecentina a stampa di Petrarca

Un libro antico e di grande valore storico - edita a Venezia nel 1528 - sulla poesia di Francesco Petrarca dal titolo “Le volgari poesie” è stata ritrovata dal dal Comandante del Nucleo Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (TPC) di Perugia, guidato dal Tenente Colonnello Guido Barbieri, che nella giornata di oggi ha riconsegnato l'opera storica al Direttore della Biblioteca Diocesana di Todi, Don Alessandro Fortunati. 

Nel controllo di alcuni annunci di vendita pubblicati su un noto social, i Carabinieri hanno individuato la vendita di un antico libro così descritto: “Il Petrarcha con l’espositione d’Alessandro Vellutello e con molte altre vtilissime cose in diuersi luoghi di quella nuouamente da lui aggiunte. Pubblicazione 1528 (stampate in Vinegia per maestro Bernardino de Vidalivenetiano, del mese di febbraio 1528) RARISSIMA”. Allegato all’annuncio anche alcune fotografie che sono risultate fondamentali per rintracciare la stampa trafugata. Su una delle pagine, la nota manoscritta: “… amico e condiscepolo nel… Seminario di Todi l’anno del signore 1849…”. Dalla particolare trascrizione vergata a mano e, soprattutto, grazie al riferimento al Seminario di Todi, si è potuto dedurre che il libro potesse provenire da quella che un tempo era stata la raccolta libraria di quell’Istituto Religioso. 

Il riscontro, effettuato all’Ente Ecclesiastico tuderte con il contestuale coinvolgimento della Soprintendenza Bibliografica Archivistica dell’Umbria, ha permesso di risalire alla proprietà del volume che risultava registrato, con specifica trascrizione d’inventario, nel “Catalogo manoscritto della Libreria del Venerabile Seminario di Todi”, compilato dal 1845 per ordine del Rettore Don GiulioPensi; il fondo bibliografico, all’atto della chiusura del seminario, confluì per intero nella Biblioteca Diocesana di Todi. 

Una volta ottenute tutte le conferme è scattato il blitz dell'Arma: oltre a ritrovare il libro  ricerca, i Carabinieri si sono imbattuti in un magazzino ricco di materiale sospetto a disposizione del collezionista che è stato denunciato per ricettazione. Sono stati recuperati documenti archivistici databili alla prima e seconda metà dell’Ottocento, prevalentemente provenienti da Uffici Pubblici o Enti territoriali, fra i quali, fascicoli di cause civili trattate dal Tribunale di Macerata che avrebbero dovuto trovare deposito presso l’Archivio di Stato; un registro manoscritto della Direzione Generale del debito pubblico dello Stato Pontificio, che per naturale collocazione avrebbe dovuto essere custodito presso l’Archivio di Stato di Roma; una serie di documenti manoscritti appartenuti alla Venerabile Confraternita del SS. Sacramento di Castelfidardo, databili tra il 1820 e il 1824. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz dei Carabinieri della Tutela Patrimonio in un magazzino di un collezionista: ritrovata rara stampa sulla poesia di Petrarca

PerugiaToday è in caricamento