Todi, bimba di tre anni cade in piscina e rischia di morire: il bollettino medico

La prognosi resta riservata, ma la piccola paziente dalla mattinata di martedì respira autonomamente

Dalla mattinata di oggi (martedì 18 giugno) la bambina di tre anni rimasta vittima domenica scorsa di un principio di soffocamento dopo essere caduta in una piscina nei pressi di Todi "respira autonomamente". La prognosi, però, resta riservata. E' quanto comunica l'ufficio stampa dell'Azienda Ospedaliera di Perugia, che definisce "confortanti" le notizie in arrivo dall'ospedale Bambin Gesù di Roma. 

La bambina, spiega ancora la nota, "si trova ancora ricoverata nella struttura di Rianimazione, dove era stata trasferita in elisoccorso nel pomeriggio di domenica dal Santa Maria della Misericordia, ma le sue condizioni generali vengono definite buone".

E ancora: "Già le prime fasi di soccorso  effettuate da una equipe del 118 partita dal vicino ospedale di Pantalla erano state importanti vista la criticità della situazione. Messa in sicurezza dai medici rianimatori dell'Azienda Ospedaliera di Perugia la piccola paziente era stata trasferita al reparto di Rianimazione dell'ospedale pediatrico Bambin Gesù dove prosegue il monitoraggio dei parametri vitali". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento