menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consegna la cocaina direttamente sul posto di lavoro a clienti insospettabili, arrestato spacciatore

Manette ai polsi di un 35enne. I carabinieri: "Numerosi clienti tra i 40 e il 50 anni"

Lo spacciatore a domicilio. Anzi, meglio: sul posto di lavoro. I carabinieri di Todi hanno arrestato un 35enne di nazionalità albanese per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Insomma, spacciava cocaina. I militari, mentre controllavano un'azienda del posto, hanno assistito “alla cessione di ben 5 dosi di cocaina da parte del soggetto albanese ad uno dei dipendente della citata azienda, originario e residente nel tuderte, intento a lavorare come operaio”.

La successiva perquisizione del pusher ha permesso ai carabinieri di sequestrare oltre ad una grossa somma di denaro, anche alcuni telefoni cellulare e l’auto utilizzata dallo spacciatore per la consegna dello stupefacente. “Tra i clienti del soggetto arrestato – spiegano ancora i militari - , venivano individuate numerose persone dall’età compresa tra i 40-50 anni”.

E non è finita qui: il 35enne era stato già espulso nello scorso mese di maggio dal territorio italiano, con il divieto di fare rientro in Italia per la durata di anni 5. E invece era qui, a spacciare a Todi. Il giudice monocratico del Tribunale di Spoleto ha convalidato l’arresto e ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento