Cronaca Foligno

Fumogeni allo stadio per salutare la squadra, tre anni di di Daspo per i tifosi dei Falchetti

Tre anni senza poter vedere partite o partecipare a manifestazioni con l'obbligo di andare a firmare in Questura

I fumogeni azzurri per festeggiare il Foligno calcio costano caro ad un gruppo di tifosi: Daspo per tre anni da qualsiasi manifestazione sportiva (anche se i fatti sono del 2017 e la sentenza del Tribunale amministrativo arriva nel 2021, ormai a pena scontata).

I tifosi dei Falchetti avevano acceso i fumogeni per salutare l’ingresso in campo della squadra nella partita di campionato ad Assisi nel 2017 come elemento folkloristico, ma per la legge sarebbe pericoloso, configurandosi come comportamento “volto all’incitamento alla violenza e pericoloso per gli spettatori”.

E ai tifosi del Foligno era arrivato il Daspo, con il quale “si inibiva agli stessi di accedere per il periodo di tre anni in tutti i luoghi in cui si svolgono tutte le manifestazioni sportive di calcio di coppa Italia, coppe internazionali, campionato ed amichevoli alle quali partecipino squadre di calcio militanti in campionati nazionali professionistici e dilettantistici regolarmente iscritte alla Figc, tutte le competizioni ufficiali ed amichevoli delle rispettive nazionali italiane”, con l’indicazione dei luoghi sottratti all'accesso ed analogo divieto per le manifestazioni disputate all'estero”.

Nel ricorso al Tribunale amministrativo si contestava “la pericolosità dei ricorrenti, non avendo la constatata accensione di fumogeni e il lancio di uno di questi all’interno del terreno di gioco, integrato gli estremi di un comportamento volto all’incitamento alla violenza e pericoloso per gli spettatori”, ma solo un aspetto folkloristico, in una giornata dove i tifosi delle opposte squadre avevano socializzato al bar e fuori dallo stadio.

Per i giudici amministrativi, però, “la condotta contestata, consistente nell’accensione, nell’agitazione e nel lancio del fumogeno all’interno del campo da gioco, pur non avendo provocato incidenti, è certamente idonea, secondo i canoni della ragionevolezza, ad esporre a pericolo gli interessi pubblici protetti”. Anche in considerazione del fatto che alcuni dei tifosi raggiunti dal Daspo avevano partecipato agli scontri verificatisi al termine di un incontro di calcio, introdotto ed esposto striscioni e cartelli durante manifestazioni sportive, un considerevole numero di segnalazioni di polizia e anche due rapine ai danni di uffici postali.

Da qui la conferma del provvedimento del questore di Perugia e il divieto di frequentare stadi per tre anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fumogeni allo stadio per salutare la squadra, tre anni di di Daspo per i tifosi dei Falchetti

PerugiaToday è in caricamento