menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia inserita nelle città terremotate dal meteo.it durante il Tg 5: altri 5 milioni di italiani che non verranno...

Da giorni, da quanto infuria, il maltempo su tutto il centro italia il meteo.it pubblica un grafico parziale sulle città terremotate e le rispettive temperature minime. Perugia e Rieti considerate città del cratere... ma il capoluogo umbro non ha subito danni ma solo la fuga di turisti....

Ancora una volta una "comunicazione" discutibile a livello nazionale, riferita alle zone terremotate dopo il sisma del 30 ottobre, alimenta la voce che Perugia faccia parte del cratere del sisma e che quindi abbia subito le conseguenze di tutte le altre città o centri terremotati: crolli, negozi e alberghi inagibili. Un nuovo caso che, dati alla mano, anzi auditel alla mano, è nettamente più forte all'immagine e al turismo di Perugia e del perugino, rispetto all'incredibile  video della Croce Rossa Italiana che ha inserito vecchie immagini del sisma di Assisi - correva l'anno 1997 - in un video su Fb per la raccolta fondi per i terremotati del 2016. Un video - spacciato per diretta - che è stato visto da quasi due milioni di Italiani da qui la decisione dell'amministrazione comunale di denunciare l'ente in questione.  

Infatti il Tg5 - la corrazzata dell'informazione Mediaset - è visto da 4-5milioni di telespettatori al giorno. All'interno del notiziario è inserito il bollettino meteo a cura di www.meteo.it. Ed è qui che accade da giorni una comunicazione, orale e con tanto di grafico, che riporta Perugia nel centro del cratere, ovviamente ingiustamente. E poi ci stupiamo che le vacanze di Natale, quelle di fine anno e il ponte della Befana sono stati drammatici. Il grafico si riferisce alle temperature minime e massime delle zone terremotate: ecco dunque ben inserite Amatrice, Accumuli, Norcia e poi chissà perchè Perugia e Rieti. E' vero che le città minori citate fanno parte delle province di Perugia e Rieti... ma il capoluogo umbro dista dalla Valnerina qualcosa come 100 chilometri. Non ci sono sfollati, non ci sono case danneggiate. Ma quello che non ha fatto il terremoto lo ha fatto l'informazione (e la comunicazione) non corretta: negozi, alberghi, ristoranti, eventi... tutti rigorosamente con il segno negativo. Tra l'altro che Norcia fosse in provincia di Perugia era stato già specificato con la dicitura del grafico "Norcia (pg)". E allora perchè inserire il capoluogo nella grafica delle temperature per le zone del sisma?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento