menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia, bloccato ed espulso estremista islamico: inneggiava all'odio e all'Isis

Il tunisino, residente a Perugia, era finito nel mirino dell'antiterrorismo. Bloccato a Fiumicino e rimpatriato

Bloccato e subito rimpatriato un tunisino di 35 anni residente a Perugia. L' uomo è stato espulso con un provvedimento del ministro dell'Interno Minniti per motivi di sicurezza dello Stato. Da tempo irreperibile, finito nel mirino dell'antiterrorismo perchè considerato vicino alle frange più radicali dell'islam, attraverso il suo profilo Facebook faceva propaganda dell'Isis, inneggiando all'odio e all'estremismo; risultata inoltre in contatto con i quattro estremisti arrestati dalla polizia Postale di Perugia dopo una lunga indagine partita nel 2015. Il tunisino è stato rintracciato il 30 aprile all'aeroporto di Fiumicino, di rientro da Tunisi e nella giornata di ieri è stato espulso. 

Inneggiamento all’odio, alla Guerra Santa, all’Islam più radicale. La minaccia si muove via web, attraverso i social, con il preciso compito di raggiungere un numero sempre maggiore di papabili adepti alla Jihad. Una di queste cellule -  sgominate dopo una lunga indagine partita dalla polizia postale di Perugia e partita nel 2015 -  era proprio nel territorio umbro, a Perugia. Attraverso una massiccia propaganda all’odio, per divulgare l'ideologia fondamentalista attraverso post, commenti, contatti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento