menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto, dalla Regione oltre 515mila euro per dare casa alle famiglie sfollate

La parte più cospicua delle risorse, 392mila euro, è destinata per soddisfare le 351 domande di contributo per l'autonoma sistemazione finora pervenute al Comune di Norcia

Dopo i catastrofici eventi sismici che hanno colpito l'Umbria, la Regione ha voluto antcipare la liquidazione di oltre 515mila euro a 16 comuni, per erogare i contributi per l'autonoma sistemazione alle famiglie la cui casa principale, è stata distrutta completamente o in parte, sgomberata e resa inagibile dal terremoto.I contributi,  sono a disposizione dei nuclei familiari che abbiamo provveduto autonomamente a trovare un alloggio alternativo senza carattere di stabilità, a seguito dello sgombero causato dal sisma.

Terremoto, Confcommercio: "Niente tasse per tre anni nelle zone colpite dal sisma"

La Regione ha anticipato la somma di oltre 515mila euro (a valere sugli stanziamenti del Governo) a 16 Comuni umbri, per garantire il fabbisogno delle amministrazioni fino al 31 Ottobre, tenendo conto dello stato gravoso in cui si trovano i Comuni di Norcia, Cascia, Monteleone di Spoleto e Preci, le cui sedi –ovvero il luogo dove si dovrebbe formalizzare la richiesta dei contributi- sono attualmente inagibili. 

Terremoto, c'è il decreto: "Ricostruiremo Norcia e San Benedetto, ricostruiremo tutto"

 La parte più cospicua delle risorse, 392mila euro, è destinata per soddisfare le 351 domande di contributo per l’autonoma sistemazione finora pervenute al Comune di Norcia. La cifra 39.200 euro, sarà invece destinata per le 48 domande pervenute a Spoleto, 39.600 euro per le 34 domande a Cascia 10.900  euro per le 10 domande a Foligno, 8.700 euro per le 9 domande pervenute a Marsciano. 5.500 euro per le 6 domande pervenute al comune di Cerreto di Spoleto. E ancora: 4mila euro  Preci, (4 domande) 1600 euro Scheggino (tre domande), 5.400 euro Campello sul Clitunno (due domande), 1500 euro Sant’Anatolia di Narco (due domande), 1800 euro Sellano (1 domanda), 800 euro Terni (1 domanda), 900 euro Bevagna (1 domanda), 500 euro Montecastrilli (1 domanda), Todi 2400 euro (1 domanda), 600 euro Monteleone di Spoleto (1 domanda).

Terremoto, Marini contro le Iene sulle casette di legno: "Quegli alloggi non sono utili per i terremotati della Valnerina"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento