menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto, da sotto le macerie di Castelluccio salvata una preziosa opera del ‘600

Un piccolo tesoro, quello scoperto e salvato dal Soccorso alpino e speleologico dell'Umbria: salvata la "Madonna Addolorata" dalle macerie del borgo distrutto dal sisma

“Un piccolo miracolo” quello compiuto dal Soccorso alpino e speleologico dell’Umbria che ieri, martedì 15 novembre, ha portato al salvataggio di una preziosa opera del 1600 recuperata dalle macerie di Castelluccio, uno dei borghi più colpiti dal terremoto del 30 ottobre.

Terremoto, si scava tra le macerie: le opere d'arte strappate alla distruzione del sisma

A quasi venti giorni di distanza dal potente terremoto che ha messo a dura prova anche il meraviglioso patrimonio storico-artistico di Norcia e della Valnerina, la “Madonna Addolorata”, è stata salvata dalle macerie della chiesa crollata, e risulta in buone condizioni. 

Sono tante le preziose opere salvate dalla furia del sisma, tra queste c’è anche Il Reliquario di San Benedetto (XIV) salvato da Palazzo Comunale dai vigili del fuoco. E ancora, frammenti del rosone e una testa di statua, facenti parte della decorazione della facciata della Basilica di San Benedetto,  due preziose statue in terracotta appartenenti al XV secolo, realizzate dall’artista Jacopo della Quercia (tratte dal Museo Civico della Castellina), l’Angelo Orante in ceramica bianca di Andrea e Luca della Robbia, e due statue in ceramica della Madonna Assunta.

Terremoto, messe e preghiere fuori dalle chiese. Boccardo: "Molte delle opere sono al sicuro"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento