menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nessun strada porta a Castelluccio, la Provincia ammette: "Stiamo lavorando, ma la riapertura..."

I vertici dell'ente di Piazza Italia hanno fatto il punto sui lavori. I primi lotti affidati, altri ancora sola sulla carta

Quando riaprirà la strada provinciale per Castelluccio dopo il sisma? La risposta ancora non c'è come ha ammesso onestamente la Provincia di Perugia che sta portando avanti i primi lavori da metà marzo. I venti chilometri del tracciato sono stati
interrotti a causa dei terremoti succedutisi dal 24 agosto quando si erano verificati diffusi fenomeni di caduta massi e di danneggiamenti della sede stradale. Le successive violente scosse del 26 e 30 ottobre hanno peggiorato notevolmente la situazione con la strada interessata da gravi scoscendimenti a valle, causati non solo dai massi precipitati, ma anche
da cedimenti di muri di sostegno. Inoltre a gennaio la strada è stata oggetto di alcune importanti slavine. 

"Per accelerare i tempi di esecuzione degli interventi è stato deciso di suddividere i lavori in sette lotti. Attualmente tre sono in corso di esecuzione e ultimazione. Due lotti riguardano la bonifica e il consolidamento delle pareti rocciose dell'intero tratto stradale, il terzo riguarda il ripristino della sede stradale dei primi cinque chilometri. Gli altri quattro interventi per i quali sono in corso la gara d'appalto o l'approvazione del progetto esecutivo a cui seguiranno le procedure per l'affidamento dei lavori riguarderanno ulteriori bonifiche delle pareti rocciose con la mitigazione del rischio geologico e il completamento del ripristino dell'intera sede stradale. 

“La Provincia considera questa opera urgente e necessaria – concludono Mismetti e Borghesi – così come ha dimostrato nella recente operazione che ha consentito agli agricoltori di provvedere alla semina delle lenticchie in tempo utile. Sarebbe comunque auspicabile che strade di competenza di altri enti, alternative alla SP477, come i valichi di Forca Canapine, Forca di Presta e Forca di Gualdo, potessero essere ripristinate anche parzialmente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento