menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto, carabinieri e polizia a presidiare le case: esercito inviato contro gli sciacalli

Militari, carabinieri e poliziotti contro gli sciacalli. Il ministro della Difesa e quello dell'Interno inviano forze in più per presidiare le zone colpite dal terremoto

Militari, carabinieri e poliziotti contro gli sciacalli. Il ministro della Difesa e quello dell'Interno inviano forze in più per presidiare le zone colpite dal terremoto.

Pinotti, in una intervista a Il Messaggero, ha spiegato che tra Umbria e Marche “oltre ai 1.237 militari con 134 mezzi già sul terreno, siamo pronti a inviare altri 500 uomini, in coordinamento con l'Interno, per presidiare le zone terremotate e prevenire gli atti di sciacallaggio". E ancora: "Chiunque entri nelle forze armate giura fedeltà alla Patria, la sua missione è per popolo italiano. Le spese per le forze armate non servono soltanto per la Difesa, ma per dare sicurezza ai cittadini. C'è un problema di ordine pubblico – ha proseguito il ministro - , la sicurezza diventa emergenza in un territorio così vasto e devastato dalla tragedia. E' in momenti come questi che vediamo l'Italia più bella, che è la gran parte dell'Italia: la generosità dei volontari, quella delle persone che mettono a disposizione le case...Ma ci sono anche, purtroppo, delinquenti che pensano di lucrare sulle tragedie, allora è fondamentale la vigilanza sulle case crollate. Abbiamo rafforzato i carabinieri e siamo pronti a mobilitare tutte le forze di cui ci sarà bisogno, a cominciare da questi 500 militari inquadrati nel contingente Strade Sicure".

Per il ministro Alfano, intervistato da Rtl, “La reazione dei nostri soccorritori è stata pronta ed efficiente, sono stati veramente straordinari”. Adesso, ha proseguito il ministro dell'Interno, “stiamo lavorando molto sul presidio dei luoghi lasciati da coloro i quali sono andati, anche su nostra indicazione, a dormire lontano dalle loro case, stiamo proteggendo le case da eventuali presenze di sciacalli, abbiamo mandato centinaia di uomini in più, così come abbiamo mandato militari in più a supporto e ne manderemo ancora degli altri, in modo tale che l'allontanamento dalla casa, che già è traumatico e devastante sul piano interiore per ovvi motivi, non abbia anche come preoccupazione quella che ti svaligino la casa mentre non ci sei”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento